Connettiti con
app android lemontube
si sono rotte le acque

MAGAZINE

Cinque posti più strani dove si sono rotte le acque

Si sono rotte le acque? Ecco i posti più strani!

La rottura delle acque, generalmente, avviene alla fine della gravidanza e annuncia l’inizio del parto, ma normalmente si hanno diverse ore di autonomia prima che il neonato venga alla luce. L’idea di rottura delle acque nell’immaginario collettivo viene visto come un momento da film: di colpo si scatena una cascata.
Nella realtà, ovviamente, non è cosi perché nella maggior parte dei casi essa avviene in casa o in ospedale e non in maniera così eccessiva, quindi tutto è sotto controllo. Tuttavia ci sono alcuni casi, fortunatamente sporadici, in cui questo importante momento della gravidanza avviene in posti ed in momenti inimmaginabili, principalmente dovuti al fatto che il bimbo ha deciso di venire al mondo prima del previsto.
Una piccola lista, fatta da racconti di neo mamme in rete, passa in rassegna i posti più strani in cui si sono rotte le acque e regala preziosi consigli per non andare nel panico e rischiare di complicare le cose.

In bagno

Tra i posti più strani dove alle neo mamme si sono rotte le acque il bagno è il più normale di tutti. Diversi programmi televisivi, come ad esempio Non sapevo di essere incinta su Realtime, ci hanno abituato a familiarizzare con questo particolare momento. Tutto in pratica avviene in pochi secondi nel bel mezzo di un bisogno fisiologico e quello che si deve fare, oltre a mantenere la calma, è di alzarsi con serenità e prepararsi ad andare in ospedale per il lieto evento. Nulla di così drammatico in fondo e c’è anche di buono che si evita di sporcare lenzuola o divani appena comprati!

In aeroporto

L’aeroporto è forse uno di quei ‘’non luoghi’’ tra i più belli in assoluto: via vai di gente, abbracci di benvenuto e tristi arrivederci. Non si deve affatto biasimare il bimbo che decide di preannunciare la sua nascita alla mamma proprio in questo posto. Tra i racconti più belli che riguardano la rottura delle acque in aeroporto, c’è quello di una giovane mamma straniera. La donna si trovava lì per accogliere la madre che, in occasione del lieto evento, era venuta ad aiutarla negli ultimi giorni di gravidanza e con la nascita del figlio. Proprio nel momento in cui mamma e figlia si sono riabbracciate il bimbo ha voluto far sentire la sua presenza alla nonna e si sono rotte le acque. In questo caso la mamma si trovava in ottima compagnia e questo momento inaspettato non ha avuto modo di tramutarsi in panico. Ma cosa fare se ci si trova li, magari proprio mentre si sta per prendere un aereo? Bisogna intanto essere a conoscenza di tempi e modi in cui prendere un aereo durante la gravidanza, solitamente è consentito fino a tre settimane pre parto.
Se la rottura avviene in modo inaspettato, ovviamente la prima cosa da fare è rinunciare a partire e cercare subito aiuto. Gli aeroporti sono molto affollati e il personale solitamente dispone di molti mezzi 
per prestare soccorso quindi non resta che affidarsi nelle loro mani. Non dimenticare di mantenere la calma anche se forse, in questo caso, il personale aeroportuale potrebbe essere più agitato di noi!

In un Casino

È questo il luogo che si aggiudica il premio di posto più strano in assoluto dove si sono rotte le acque. Ma cosa ci fa una donna in gravidanza all’interno di un Casino? Nulla di strano se la mamma in questione e’ Katrina Sheary, una famosa giocatrice di poker australiana. La donna si trovava, infatti, nel bel mezzo di un torneo di poker, giunto quasi alla fase finale, quando ha dovuto abbandonare il tavolo da gioco per un’improvvisa rottura. La Sheary aveva deciso di partecipare a questo importante torneo perché la nascita era prevista dopo due settimane, ma evidentemente il suo bambino ha avuto in mente piani diversi.
Cosa ha fatto dunque la giocatrice? Prima di tutto si è assicurata di tenere al sicuro il gruzzoletto già guadagnato, di trovare chi la sostituisse e poi si è fatta accompagnare in ospedale (anche nei casino il personale è pronto a prestare soccorso immediato) dove ha dato alla luce il suo piccolo.
Un giorno molto fortunato per Katrina che è diventata mamma e si è aggiudicata anche un ottimo premio al torneo al quale stava partecipando.

In ascensore

Sicuramente il luogo che fa più paura in questo e altri casi è l’ascensore. L’idea di stare in un posto così stretto e claustrofobico, sospeso nel vuoto tra un piano e l’altro non piace a nessuno. Il momento della rottura delle acque comporta di per se’ un po’ di ansia figuriamoci se avviene in questo luogo da incubo. La prima regola fondamentale è non farsi prendere dal panico, l’ascensore in pochi secondi (anche se interminabili) arriverà al piano desiderato e una volta giunti in terra amica potrete tirare un sospiro di sollievo e con calma prendere le vostre cose per andare a partorire. Questo è quello che è accaduto ad una giovane mamma che si trovava sola in ascensore durante il fatidico momento. La paura di rimanere bloccata, come ha lei stessa raccontato sul web, è stata in agguato ma la calma ha prevalso su tutto!

In macchina

Si tratta di un’esperienza che tutti abbiamo vissuto grazie a Mollie nel film Senti chi Parla che ha costretto il povero James, il tassista di cui poi si innamora, a portarla di corsa in ospedale sfrecciando nel traffico di New York dopo che le si sono rotte le acque.
Nulla d’impossibile, quindi, come ci insegna Mollie tutto è andato a buon fine. Tra i racconti del web uno in particolare si è rivelato molto simpatico. Protagonista una giovane donna che dopo una giornata intera trascorsa in macchina in compagnia del padre vive l’esperienza della rottura delle acque proprio nel momento in cui mette fuori il primo piede per scendere dall’auto Nonostante la figlia gli abbia bagnato la tappezzeria, il neo nonno non si è fatto prendere dal panico, ha aiutato la neo mamma a scendere e a chiamare il marito. I due hanno avuto tutto il tempo di salire a casa, prendere la valigia con il necessario, aspettare l’arrivo del marito e andare in tutta calma in ospedale.

Continue Reading
Potrebbe piacerti anche ...

Siamo un gruppo di ragazzi appassionati per il mondo web in generale, dando una piccola priorità al mondo delle serie tv e del cinema. Amiamo moltissimo poi la tecnologia, e ovviamente siamo buon gustai, quindi ogni tanto in questo nostro blog magazine parleremo di qualche ricetta succulenta. Il nostro è un blog free, non siamo giornalisti ma amiamo tanto scrivere e condividere le nostre conoscenze.

Per saperne di più MAGAZINE

Seguici

Abbonati Gratis

Unisciti a 17.310 altri iscritti

Top 5 Articoli del mese

Autori

Vai su