Connettiti con
app android lemontube
pillole-tecno-commutazione-di-pacchetto-vs-commutazione-di-circuito

Tecnologia

Pillole tecno: commutazione di pacchetto vs commutazione di circuito

Una delle differenze principali nel campo dell’informatica, ma in particolare in quello delle telecomunicazioni, sta alla base del funzionamento di Internet e di tutto ciò che lo ha indotto, nel tempo, a dominare persino sui tradizionali metodi di comunicazione. Un dato dimostrato dall’evoluzione delle tecnologie, che comprende oggi elementi fino a poco tempo fa impensabili, tra cui vediamo ergersi l’ormai solida tecnica del fax online. Per approfondire meglio quest’argomento consigliamo di dare un’occhiata a come funziona l’efax o fax elettronico in modo da comprendere questa nuova e particolare tecnologia.. In questo articolo cercheremo di affrontare un argomento un po’ più tecnico specificando e approfondendo le differenze tra la commutazione di pacchetto e quella di circuito.

Commutazione di pacchetto e commutazione di circuito sono come mare e montagna. Due cose diverse, ognuna con i suoi lati positivi e negativi, sebbene tuttora, grazie alle innovative e funzionali applicazioni che ci accompagnano negli anni, riusciamo a specchiarci meglio nel primo caso citato. La commutazione a pacchetti – così sono chiamati i blocchi di dati trasportati lungo la rete – contribuisce a rendere le comunicazioni aziendali stabili ed efficienti. Una volta era utilizzata per scopi di certo più leggeri e meno impegnativi, ma oggi è sempre più presente nel mondo del lavoro come metodo di trasporto in tempo reale di audio e video, potendo sostituire tranquillamente i vecchi telefoni e, a maggior ragione, introducendo quelle che oggi chiameremmo video chiamate. Non a caso, i pacchetti chiamati in causa nel corso del trasporto contengono informazioni sulla destinazione, rendendo così più facile inviare ingenti quantità di messaggi rapidamente ai diversi punti della rete.

Ma quali sono i veri vantaggi in confronto ad una soluzione più tradizionale? E’ efficiente: la sua principale alternativa resta di fatto la commutazione di circuito, in cui due dispositivi stabiliscono in rete una linea di comunicazione diretta e dedicata per inviare un flusso di dati continuo come fosse un’autentica telefonata. Questo sistema è però inefficiente rispetto al funzionamento degli attuali metodi di collegamento tra computer, poiché implica che altri dispositivi non possono fare uso della rete fino a quando i primi due hanno finito di comunicare.

La commutazione in pacchetti evita questo problema consentendo ad ogni pacchetto di trovare la propria strada verso la destinazione, senza l’intervento di una connessione dedicata. E’ affidabile: tutte le reti possono perdere i dati in transito di volta in volta. Con la commutazione di pacchetto non è necessario preoccuparsi. Quando riceve i dati, il dispositivo all’altro capo esamina i pacchetti e rileva eventuali mancanze, richiedendo che il pacchetto perso venga rinviato. Le reti basate su commutazione di circuito, invece, non presentano alcun meccanismo che permetta di ritrasmettere i dati, che una volta persi, lo sono per sempre. Come risultato, la prima soluzione tende ad essere, nel complesso, più affidabile. E’ elastico: le reti basate sulla commutazione di pacchetto sono resistenti al cambiamento. I pacchetti trovano la loro strada verso la destinazione con l’aiuto di router che utilizzano la loro “conoscenza” della rete per inviare il traffico lungo il percorso più efficiente, calcolato per mezzo di specifici algoritmi di routing e forwarding. Se si verificassero delle modifiche alla rete, ad esempio, i routers (essendo progettati per questo) le rileverebbero per instradare il traffico in maniera differente.

Nell’altra circostanza, se il collegamento non riuscisse, sarebbe necessario intervenire manualmente per risolvere il guasto. E’ economico: la versatilità delle reti a commutazione di pacchetto da loro molti benefici di costo. Possono essere utilizzati per trasportare traffico vocale e video attraverso la stessa rete utilizzata per il trasporto dati di normale amministrazione, il che significa che non è più richiesto pagare per collegarsi direttamente a reti telefoniche qualora ci sia bisogno di comunicare. La commutazione di pacchetto, inoltre, presenta alti livelli di scalabilità ed è quindi più semplice espandere la rete in base a specifici criteri di convenienza o necessità. In seguito, i router saranno in grado di rilevare nuovi dispositivi aggiunti alla rete e regolare quindi la destinazione dei pacchetti. In definitiva, l’intelligenza di questo tipo di rete identifica e corregge gli errori, effettua diagnosi sui guasti, verifica la consegna dei messaggi e si occupa di controlli di vario genere. Il tutto tra le varie funzioni importanti che consacrano di fatto la commutazione a pacchetti come sistema di comunicazione di ultima generazione.

Continue Reading
Potrebbe piacerti anche ...

Siamo un gruppo di ragazzi appassionati per il mondo web in generale, dando una piccola priorità al mondo delle serie tv e del cinema. Amiamo moltissimo poi la tecnologia, e ovviamente siamo buon gustai, quindi ogni tanto in questo nostro blog magazine parleremo di qualche ricetta succulenta. Il nostro è un blog free, non siamo giornalisti ma amiamo tanto scrivere e condividere le nostre conoscenze.

Per saperne di più Tecnologia

Seguici

Abbonati Gratis

Unisciti a 17.310 altri iscritti

Top 5 Articoli del mese

Autori

Vai su