Connettiti con
app android lemontube
tempo delle fragole

MAGAZINE

Prima stagione-episodio 1 – Justin nella nuova scuola

E’ tempo Delle Fragole

Episodio 1 – Justin nella nuova scuola

[tie_slideshow][tie_slide]  E’ un freddo autunno, Justin, figlio unico, è nato nel Montana , si prepara ad incontrare nuovi amici, nuovi posti e una nuova scuola. Ha solo 16 anni e davanti a sè ha tante prospettive. Justin è un ragazzo moro, capelli corti, alto 1,78 circa, un fisico atletico, perchè ha sempre amato lavorare nei campi sviluppando una buona massa muscolare. La mamma ha appena acquistato un negozio di frutta, non ha tante possibilità quindi ha investito tutti i suoi risparmi per comperare il locale. Justin purtroppo non ha il padre, quindi tutto il suo affetto lo riversa su sua madre e di tanto in tanto sul nonno materno. Il carattere di Justin? Direi difficile, chiuso, si molto introverso. Non ama stare tra i suoi coetanei ed ora ancor peggio, visto che con il trasferimento in posti nuovi, tutti i volti sono a lui sconosciuti.

Ha un viso dolce ma allo stesso tempo dimostra più della sua età, sia per la vita condotta finora e sia per la sua aria spesso malinconica. In realtà però non è triste, anzi, riesce a cogliere il bello anche in un sasso. Insomma, è un ragazzo pieno di vita, e sembra anche avere un certo fascino.

Descrivendolo ha qualcosa di orientale, ma allo stesso tempo di un ragazzo occidentale. Quei suoi capelli folti e mossi, quella sua carnagione olivastra e un taglio di occhi che penetrano l’anima, fanno di lui un boy appetitoso.

E’ discorso inutile, per ora Justin pensa alla mamma che dovrà faticare molto per portare avanti un progetto e dare un futuro al proprio figlio. [/tie_slide]

[tie_slide] Finalmente dopo un lungo viaggio dal Montana a Nashville, Justin può finalmente conoscere i suoi nuovi amici nella sua nuova scuola.

Il primo giorno, eccolo, è arrivato. Justin si alza di buon mattino come di solito faceva nel Montana.

Justin: “Mamma oggi è proprio una bella giornata, ma a dire il vero mi sento ancora stanco del viaggio che abbiamo affrontato in questi giorni, non sarebbe meglio prendermi una piccola pausa dove potermi riposare? Magari darti una mano a sistemare casa e il tuo nuovo negozio, che ne dici?”

Mindy: “No amore, è giusto tu vada a scuola, devi conoscere i tuoi nuovi amici, iniziare a far conoscenza per ambientarti, io me la caverò non temere”.

Justin: “Mamma, sei sola qui, come farai a sistemare la nuova casa e anche il nuovo negozio e poi se non dimentico, oggi ti arriverà anche il carico di frutta”.

Mindy:” Amore, ti ho detto vai a scuola e poi più tardi verrà lo zio Steeve, quindi non sono poi così sola”.

Si dimenticavo di dirvi che Steeve era il motivo per cui Mindy aveva deciso di trasferirsi a Nashville. Infatti Steeve era il fratello di suo marito e lavora in una banca. Grazie a lui è stato possibile poter fare un finanziamento e comprare casa e negozio. Insomma un valido aiuto per loro che provengono da molto lontano. Ovviamente per la forte distanza, sia Mindy e sia Justin non si conoscono bene, certo si sentivano telefonicamente tutte le settimane, inviandosi foto, condividendo immagini su facebook ma niente di più. [/tie_slide]

[tie_slide]  Justin: “Mamma ma non credi sia il caso di conoscere mio zio da vicino? L’ultima volta che l’ho visto avevo 10 anni, mi piacerebbe vederlo dopo tanti anni”.

Mindy: “Ancora? Ho detto che devi andare a scuola e non si discute. Riguardo tuo zio, lo vedrai stasera, ho in mente di preparare una cena in modo da vederci tutti dopo tanto tempo e stare un pò insieme, verranno anche la moglie e i figli, che sarebbero poi i tuoi cugini…” Mindy le da un pugno amichevole sulla spalla e abbracciandolo gli dice: ” Vai amore, ti voglio bene, ci vediamo a pranzo”. Così dopo tanti tentativi Justin si rassegna, raccoglie i suoi libri e si reca a scuola.

Finalmente arriva fuori l’edificio scolastico, la Green School. Rimane impalato tutto solo, aspettando che la campanella inizi a suonare, vede tanti ragazzi ma con il suo carattere chiuso, non riesce ad avvicinarsi a nessuno. La sua classe è la sezione F. Finalmente suona la campana, Justin va al suo armadietto, sistema le sue cose ed entra in classe. Tutti sono li a guardarlo, si sente scrutato come se fosse un animale da circo. Gli sguardi sono di svariati sentimenti; stupore, emozione,gioioso,incredulo, insomma sembra quasi un campo di fiori, colori e tipi diversi.

La professoressa Kelly lo chiama alla cattedra invitandolo a presentarsi dopo una sua breve introduzione:

Kelly: ” carissimi alunni, da oggi avrete un nuovo compagno, si chiama Justin e proviene dal Montana, si è trasferito qui con la madre da qualche giorno, accoglietelo tutti con gioia”.

Tutti gli alunni all’unisono gridano:”benvenuto tra noi Justin”. Sembra andato tutto bene per l’ombroso Justin.[/tie_slide]

[tie_slide] Finalmente arriva la pausa. Justin esce fuori al giardino della scuola e mangia una mela. Si avvicinano a lui due ragazzi della sua classe, Peter e Mose e gli dicono: “Ciao Justin allora parlaci di te, com’era nel Montana?” Justin li guarda e li scruta come sempre con il suo occhio scettico. Dopo qualche secondo dice: ” Non era male spero anche qui sia lo stesso”. Peter risponde: ” si qui si vive bene, direi alla grande, trovi sia la tranquillità e sia la mondanità, dipende tu cosa vuoi” Mose conferma quello appena detto da Peter.

Justin poi riprende:”bene allora spero di ambientarmi presto, ora vado ragazzi tra un pò riprendono le lezioni”. Justin è il solito guasta feste, ha avuto una buona opportunità di far conoscenza ma non l’ha sfruttata. Mentre si reca in classe si avvicina Klara, una ragazza abbastanza diligente, educata e anche la più bella della scuola intera. Lo chiama rincorrendolo nel corridoio dicendo:”Hey Justin, volevo parlarti fermati un attimo” Justin si gira e si ferma…Klara dice:”volevo darti il benvenuto di persona, prima l’ho fatto in massa” fa un sorrisino carino ma Justin con un pò d’imbarazzo risponde:”ok grazie, ora entro in classe, non vorrei che al primo giorno la professoressa mi vedesse già come uno sfaticato”. Klara ci rimane un pò male, ma capisce che Justin è un tipo timido.

FINE EPISODIO [/tie_slide][/tie_slideshow]

Continue Reading
Potrebbe piacerti anche ...

Esperta in questioni di coppie. Esperta in cure naturali e cose da donna. Insomma sono una grande appassionata del mondo femminile. Non si direbbe vero? A parte gli scherzi, credo che la donna debba avere il suo valore perchè non è di meno dell'uomo.

Clicca per commentare

E tu cosa ne pensi?

Per saperne di più MAGAZINE

Seguici

Iscriviti alla newsletter

Top 5 Articoli del mese

Autori

Vai su
Power by

Download Free AZ | Free Wordpress Themes