Connettiti con
app android lemontube
cerotto contro ebola

MAGAZINE ONE

Un cerotto per distruggere il virus ebola

Basta un cerotto contro l’ebola?

Sembra proprio così!

La lotta internazionale contro l’Ebola è tutt’altro che finita. Proprio questa settimana, nuovi pazienti sono arrivati ​​negli ospedali degli Stati Uniti per il trattamento contro questo virus killer. i funzionari stanno lottando per trovare soluzioni intelligenti che possono aiutare a garantire la sicurezza degli operatori sanitari, per offrire un’assistenza più completa e veloce.

La tecnologia però ci sta venendo incontro, non tanto per eliminare l’ebola ma per evitare che si diffondi. Infatti la maggior parte dei casi sono, operatori sanitari, medici e infermieri che stando a contatto con gli ammalati seppure usando precauzioni come tute ermetiche, si contagiano senza sosta. Grazie però a un cerotto, chiamolo così ma in realtà è tutt’altro, i medici e chi fa assistenza agli ammalati di ebola, non staranno più a contatto se non lo stretto necessario. Chiamato “Patch multisense” limiterà le percentuali di contagio, il che vuol dire il 50% in meno di contrarre la malattia e quindi il 50% in meno di diffusione.

 E ‘flessibile, ricco di sensori e si attacca allo sterno del paziente con un adesivo sul retro (come un cerotto), controllando la saturazione, la frequenza cardiaca, temperatura e ossigeno.

Ancora più importante, i medici saranno in grado di monitorare i loro organi vitali dall’esterno della zona rossa. Il prototipo utilizza un cavo USB per la trasmissione dei dati, ma la versione definitiva utilizzerà il sistema Bluetooth.

Il dispositivo, costa $ 100 per patch, avrà dai 7 ai 10 giorni di autonomia. I sensori in gomma sono monouso. Sicuramente è un modo per arginare il problema ma non evitarlo.

Continue Reading
Potrebbe piacerti anche ...

Siamo un gruppo di ragazzi appassionati per il mondo web in generale, dando una piccola priorità al mondo delle serie tv e del cinema. Amiamo moltissimo poi la tecnologia, e ovviamente siamo buon gustai, quindi ogni tanto in questo nostro blog magazine parleremo di qualche ricetta succulenta. Il nostro è un blog free, non siamo giornalisti ma amiamo tanto scrivere e condividere le nostre conoscenze.

Per saperne di più MAGAZINE ONE

Seguici

Abbonati Gratis

Unisciti a 17.310 altri iscritti

Top 5 Articoli del mese

Autori

Vai su