Connettiti con
maya

MAGAZINE MISTERI

Alla scoperta dei Maya: misteri e curiosità

La millenaria storia dei Maya inizia intorno al 2000 a.C. nella regione meridionale del Messico, con i primi insediamenti, e gradualmente coinvolge il Guatemala e parte di Belize, Honduras ed El Salvador. La civiltà Maya rappresenta, nel periodo di massimo splendore tra il 250 ed il 900, la più sofisticata tra tutte le civiltà precolombiane, come dimostrano i risultati ottenuti nel campo della scienza, dell’arte e della tecnica. Non si trattava di un impero ma di città-stato che condividevano la stessa cultura e le stesse architetture monumentali, come i templi a piramide e gli edifici per l’osservazione astronomica.

I Maya si dedicarono in modo particolare allo studio dell’astronomia, arrivando a conoscenze di straordinaria precisione, non per scopi scientifici ma perché convinti che la vita sulla terra fosse fortemente legata ed influenzata dagli eventi astrali. Le condizioni astronomiche regolavano la loro vita secondo una “ruota calendaria” in cui veniva rappresentata la combinazione tra lo “tzolkin”, un complesso “calendario rituale” costituito da 13 cicli di 20 giorni, e lo “haab”, un calendario solare che suddivideva l’anno civile in 18 mesi di 20 giorni. Esisteva anche un calendario lunare su cui si basava l’oroscopo Maya i cui segni erano rappresentati da animali, come nel calendario cinese. Per approfondire di più quest’argomento è possibile consultare la sezione dedicata all’oroscopo dei Maya su Donnad.it.

I Maya sono stati l’unica popolazione precolombiana ad aver utilizzato un sistema di scrittura complesso ed evoluto, di cui si ha traccia fin dal 300 a.C. Si basa sulla compresenza di elementi ideografici e fonetici, rappresentati da segni detti “glifi”, che oggi siamo finalmente in grado di interpretare in maniera abbastanza precisa. Dei libri Maya, scritti su stoffa di corteccia, rimangono solo 3 esemplari, in compenso le rovine delle città sono ricche di iscrizioni di carattere amministrativo e religioso incise su monumenti e stele, attraverso cui possiamo conoscere la storia di questo affascinante popolo.

La religione era basata sulla credenza in un mondo soprannaturale abitato da numerose divinità che regolavano le attività umane e i fenomeni naturali, e richiedevano continui riti propiziatori, offerte e sacrifici. Le offerte di sangue erano considerate il nutrimento più apprezzato dalle divinità, pertanto i riti più significativi terminavano con un sacrificio umano. Ciò avveniva spesso nei sacri “cenote”, ossia “pozzi naturali” a cui i Maya attribuivano valore simbolico e religioso in quanto ritenuti porte d’ingresso nel mondo sotterraneo, e che pertanto usavano, oltre che per l’approvvigionamento idrico, per onorare gli dei dell’Acqua e della Pioggia, dedicando loro offerte di ogni tipo.Nel “pozzo dei sacrifici” di Chichèn Itza uno dei più importanti, sono infatti stati trovati sia scheletri, sia moltissimi oggetti preziosi.

Verso la fine del X secolo le grandi città Maya vanno incontro ad un rapido declino, probabilmente per un progressivo peggioramento delle condizioni climatiche e conseguente siccità, che avrebbero determinato l’esodo della popolazione verso le coste ed allo stesso tempo forti tensioni sociali e rivolte contro i governanti, non più in grado di garantire la benevolenza delle divinità. La popolazione migrata dà vita ad una civiltà assai più modesta, strettamente legata a quella dei Toltechi e degli Aztechi con cui viene in contatto, e divisa in tribù spesso in lotta tra loro. Sarà una tribù Maya l’ultima ad arrendersi agli spagnoli nel 1697. Ancora oggi in Guatemala e Yucatàn vive una popolazione di etnia Maya che con orgoglio cerca di mantenere lingua, cultura e tradizioni dei gloriosi antenati.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Siamo un gruppo di ragazzi appassionati per il mondo web in generale, dando una piccola priorità al mondo delle serie tv e del cinema. Amiamo moltissimo poi la tecnologia, e ovviamente siamo buon gustai, quindi ogni tanto in questo nostro blog magazine parleremo di qualche ricetta succulenta. Il nostro è un blog free, non siamo giornalisti ma amiamo tanto scrivere e condividere le nostre conoscenze.

Per saperne di più MAGAZINE MISTERI

Seguici

Scarica l’app ufficiale di lemontube

Abbonati Gratis

Unisciti a 17.312 altri iscritti

Top 5 Articoli del mese

Autori

Vai su