Cattivissimo me 2: il ritorno di un gran cattivone!

Un cattivo in pensione impegnato a crescere tre figlie vede sconvolta la sua routine da un malvagio più malvagio di lui: Gru torna operativo dall’altra parte della barricata, tra salse piccanti, incontri galanti e Minion viola.

Dopo aver vinto la gara del cattivo più cattivo del mondo, per Gru è arrivato il momento della routine famigliare: crescere Agnes, Margo e Edith come un padre single, in una casa anticonvenzionale zeppa di creature gialle che mangiano banane e parlano in modo strano, rifiutando appuntamenti pseudo galanti con donne dal dubbio fascino e travestendosi da principessa pur di non deludere le bambine. Ma questo non dura a lungo: il ladro della luna viene chiamato dall’Anti Villain League per scoprire chi ha rubato un prezioso siero che rende invincibili e incontrollabili. A fiancheggiarlo nella ricerca l’agente Lucy Wilde, svampita alla sua prima missione che stordisce con il suo rossetto elettrico.

“Cattivissimo me 2”, che vede riuniti i talenti che hanno lavorato per quattro anni al primo episodio, uscirà nelle sale italiane il 10 ottobre 2013 e già si prevede un successo al box office nostrano: costato 76 milioni di dollari, ne ha già incassati 863 milioni a livello globale, e mancano altri territori oltre alla nostra penisola.

Produzione e regia

Il produttore Chris Meledandri afferma: “Dopo il successo di <<Cattivissimo me>> è stato chiaro che volevamo fare un altro film. […] I personaggi e i rapporti che si erano formati suggerivano varie possibilità per lo sviluppo della storia. Ma noi sapevamo che il nocciolo, il cuore, sarebbe stato raccontare l’evoluzione di questa famiglia.”

I due registi Chris Renaud e Pierre Coffin tornano a capo del team, prestando anche le loro voci ai Minion, il vero punto di forza del film: amatissimi dai bambini, sono soprattutto i loro siparietti a funzionare e, nonostante il primo film fosse pieno di gag divertenti che li vedevano protagonisti, gli sceneggiatori Cinco Paul e Ken Daurio sono riusciti in “Cattivissimo me 2” a non lesinare sulla loro presenza e a sfornare idee nuove, ridefinendo le loro singole personalità e trasformandoli in inquietanti esserini viola dalle lunghe braccia. Sono questi piccoli esseri con gli occhi a palla a diventare stavolta, loro malgrado, cattivissimi.

Secondo Meledandri, “i Minion sono personaggi che non parlano veramente, e la loro creazione è nata dal processo visivo. Sono personaggi che non sono definiti da un copione, ma dall’esplorazione visiva e questo permette loro di comunicare con tutte le culture perchè non sono specifici di nessuna cultura.”

Anche se funzionano perfettamente da soli, i Minion non sarebbero Minion senza la loro famiglia adottiva: da diavoletti del male, ora convertiti a preparare marmellate dal gusto rivoltante, a supportare le loro gag intervengono le tre ragazze, che qui vediamo crescere, affrontare l’adolescenza, il nuovo stile di vita, la mancanza di una figura materna, e soprattutto Gru, uomo dalla doppia personalità, acido e cinico quanto romanticone tenero come un pancake, oltre che ambitissimo scapolo.

Steve Carell, voce originale di Gru, ha trovato nel personaggio un alter ego: “Sono padre di due bambini piccoli e mi sono identificato con la storia nel primo film perchè era onesta nella sua descrizione. Avere dei figli cambia completamente la vita di una persona.. in meglio”. Sorprende invece che la voce originale dell’agente Lucy Wilde sia la stessa della signorina Hattie, matrona dell’orfanotrofio in cui sono cresciute Agnes, Margo e Edith, l’attrice comica Kristen Wiig: “Quando ho sentito che mi volevano per interpretare un personaggio diverso nel secondo film, ero eccitatissima. […] Ho amato il fatto che il personaggio principale fosse un terribile cattivo. Ma comunque, è la storia tenera e divertente con una musica straordinaria di questo tizio scomodo che apre il suo cuore e trova se stesso, oltre a una famiglia. Contiene un messaggio fantastico ed è insieme dinamico e comico.” Interessante notare che il percorso che il pubblico compie nei confronti del suo personaggio è similare a quello compiuto da Gru: all’inizio Lucy è un po’ petulante, ma quando Gru se ne innamora anche il pubblico la riscopre.

La nostra opinione

E’ difficile con un primo episodio di qualità elevata (e a cui corrispondono elevati introiti) raggiungere gli stessi risultati con il sequel, ideando una sceneggiatura credibile e mantenendo l’alchimia tra i personaggi senza impedire che se ne possano inserire di nuovi. La sfida di “Cattivissimo me 2” sembra, ad oggi, perfettamente riuscita. Inutile dire che si freme già per lo spin off dedicato agli omini gialli: “Minions”, la cui realizzazione è prevista per l’anno prossimo, vedrà ancora una volta Pierre Coffin alla regia, Steve Carell voce di Gru e Sandra Bullock voce della protagonista femminile.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *