Connettiti con
Disconnect

MAGAZINE

Disconnect un film sulle insidie di internet

Disconnect, un titolo che spesso fa riflettere, essere connessi conseguono alti rischi!

 

[tabs][tab title=”TRAMA”] Un poliziotto vedovo si converte a detective privato per avere più tempo per il figlio, un bulletto che, tramite un falso profilo di facebook, gioca con i sentimenti di un coetaneo più introverso. Un avvocato di grido non può staccare occhi e orecchie dal telefono, nemmeno a cena, e non vede quel che accade in casa sua, ai suoi figli. Una produttrice televisiva intravede lo strumento per confezionare un reportage di successo in un ragazzo che si vende sulle videochat hard insieme ad altri minorenni. Un’altra donna, reduce da un lutto profondo, cerca conforto presso uno sconosciuto on line, mentre il marito accumula debiti. Immerse nel virtuale, sconnesse l’una rispetto all’altra, le vite di queste persone vengono brutalmente sconvolte dalla realtà e intrecciate tra loro dal destino. [/tab] [tab title=”TRAILER”][/tab] [tab title=”FRASI”] Ben Boyd (Jonah Bobo) “Vivo in una casa di persone false”[/tab][/tabs]

Recensione di Lemon TubeTV:

Il film Disconnect, tratta di storie seppure inventate ma basate su realtà concrete, è sicuramente molto drammatico ma fatto in modo veramente realistico. Il centro di tutto è la parte negativa della nostra evoluzione, il mondo internet. Infatti prende tre esempi comuni che oggi ognuno di noi rischiamo ogni volta che siamo connessi. In primo luogo, la prostituzione minorile, tipo live cam, dove ragazzi e ragazze si mostrano senza pudore aldilà di una video camera del pc, dove tutto il mondo li può vedere pagando…spesso sono minorenni, e questo è davvero triste!

Il secondo aspetto ancor peggio, è il bullismo, il potere psicologico che hanno i social network sugli adolescenti, dove un ragazzino preso dall’entusiasmo di chattare con una presunta ragazza, che dietro appunto si celano due adolescenti che si fingono di essere Jessica, sfruttando la sensibilità di un ragazzo emarginato dai suoi coetanei….alla fine lo costringono in un certo senso a inviare alla presunta Jessica una sua foto nuda, quella che poi sarà la causa della sua impiccagione. Tanti casi infatti sono avvenuti nella realtà su questo genere. Molti deboli di carattere non sopportando che magari una loro foto privata giri per l’intero network si sono suicidati. Questo è un ottimo spunto per insegnare ai ragazzini di farsi furbi e aprire gli occhi. Non tutto quello che c’è su internet è reale, spesso dietro ad un profilo e ad una foto si nascondono soggetti malati, depravati, psicopatici e pedofili.

Ultimo riferimento è la frode. Infatti anche questo elemento si è fatto strada su internet. Molti, tantissimi ogni giorno vengono derubati, non solo numeri di carte di credito ma anche foto personali, e tutto quello che gira sul proprio pc. State attenti, usate ottimi firewall, ottimi antivirus, e sopratutto tanta prudenza. Internet è un mondo stupendo, quanto malvagio.

Il film non ha un finale dolce e ottimista ma un finale che lascia a metà, quindi per chi cerca un lieto fine, meglio non guardarlo. Questo per rispecchiare la verità dei fatti.

Font | MyMovies
Font image | MyMovies
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Siamo un gruppo di ragazzi appassionati per il mondo web in generale, dando una piccola priorità al mondo delle serie tv e del cinema. Amiamo moltissimo poi la tecnologia, e ovviamente siamo buon gustai, quindi ogni tanto in questo nostro blog magazine parleremo di qualche ricetta succulenta. Il nostro è un blog free, non siamo giornalisti ma amiamo tanto scrivere e condividere le nostre conoscenze.

Clicca per commentare

E tu cosa ne pensi?

Per saperne di più MAGAZINE

Seguici

Scarica l’app ufficiale di lemontube

Abbonati Gratis

Unisciti a 17.312 altri iscritti

Top 5 Articoli del mese

Autori

Vai su