Connettiti con
zone erogene

VITA DI COPPIA

Quali sono le zone erogene?

Zone erogene zone standard?

Non possiamo definire le zone erogene in zone standard, anche se alcune sono uguali quasi per tutti, sia uomini e sia donne. Ma dire che sono quelle e basta no! E’ sbagliato! Infatti c’è chi si eccita nel sentire piacere sotto ai piedi, chi invece prova piacere sotto le ascelle, chi ancora sui piedi o alle ascelle non avverte altro che fastidio e solletico. Quindi non possiamo standardizzare le zone erogene. Quali sono quelle più comuni? Il collo e le orecchie, possiamo definirle basilari. Come abbiamo già detto ogni individuo ha le proprie, per poterlo sapere dobbiamo esplorare il proprio partner, quindi in un rapporto occasionale dobbiamo andare sul comune non conoscendo a fondo colui o colei che abbiamo di fronte. Le zone erogene sono fondamentali per avere un rapporto sessuale in piena regola, dando piacere soddisfacente e quindi stabilendo un rapporto duraturo e non deludente.

L’errore di molte coppie che spesso si definiscono, coppia che scoppia, è proprio quello di non utilizzare le zone erogene. Infatti queste servono per incrementare il rapporto che si sta per consumare, per dare un tocco magico e di fuoco d’artificio. Ovvio spesse volte non c’è l’opportunità di averne uno pieno, ma non è detto che un preliminare debba durare ore, bastano a volte 5 minuti. Attraverso un sondaggio scopriamo quali dono i punti erogeni dei maschietti:

1.  Il pene è la zona erogena maschile più forte, ma attenzione, sul pene c’è un’etichetta scritta

” Leggere attentamente le istruzioni”

Il pene ha poche ramificazioni di nervi e sappiamo che i nervi sono quelli che danno eccitazioni particolari. Ora vi chiedete:

” Ma come il pene è lo strumento sessuale maschile per eccellenza, come è possibile questa cosa?”

– Il pene infatti ha punti strategici, se tutta l’asta fosse sensibile e nervosa, l’uomo al momento del rapporto proverebbe quasi dolore. La natura è stata attenta e scrupolosa e per questo ha situato punti strategici sull’asta maschile: la base del pene e la corona, ovvero il bordo che separa il glande dall’asta.

– Il glande, la parte superiore del pene, è considerata la zona erogena maschile più sensibile in assoluto, allo stesso modo del clitoride femminile.

– Subito dopo il glande vengono i testicoli ma alcuni uomini provano piacere al centro di essi o lateralmente.

– Il mento, cosa molto gradita agli uomini se viene leccato, baciato e mordicchiato.

– Interno coscia, è una di quelle da non trascurare, infatti, l’uomo prova un eterno piacere se vengono baciate e leccate.

– Infine i piedi. Per l’uomo sentirsi succhiare l’alluce lo eccita fino ad impazzire, perché non solo il piede è il punto strategico del sistema nervoso ma incita anche l’immaginazione, infatti proverà un tremendo desiderio immaginando una fellatio.

Care donne non fate l’errore di passare al preliminare dei capezzoli, poiché è errato pensare che sia come voi il punto culmine erogeno. Alcuni uomini addirittura provano fastidio e il fastidio rallenta l’eccitazione e quindi l’erezione. Bisogna conoscere il proprio partner per poterli stuzzicare.

Molte donne vengono tradite è perché credono che l’importante per il proprio uomo è dargliela, invece di farlo impazzire. Ricordatevi dovete essere voi a tenere il gioco.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Esperta in questioni di coppie. Esperta in cure naturali e cose da donna. Insomma sono una grande appassionata del mondo femminile. Non si direbbe vero? A parte gli scherzi, credo che la donna debba avere il suo valore perchè non è di meno dell’uomo.

Clicca per commentare

E tu cosa ne pensi?

Per saperne di più VITA DI COPPIA

Seguici

Scarica l’app ufficiale di lemontube

Abbonati Gratis

Unisciti a 17.312 altri iscritti

Top 5 Articoli del mese

Autori

Vai su